FASE2 Covid-19: raccomandazioni e consigli utili
12 maggio 2020

FASE2 Covid-19: raccomandazioni e consigli utili


Carissime,
qualche accorgimento per questa fase due avviata da alcuni giorni, vi ricordo che per le visite restano le stesse misure adottate dai primi di marzo, riceverete il mio giustificativo attestante il vostro appuntamento.

Gli orari tra le visite sono fissati per evitare compresenze nel salottino d'attesa, il triage esterno resta obbligatorio come le misure di prevenzione adottate dalla casa di cura per proteggere i pazienti.

Una raccomandazione particolare per la protezione dei vostri bambini che dovrebbero indossare la mascherina in ogni situazione in cui si possano trovare a meno di un metro di distanza da altri bambini o adulti, escluso l’ambiente famigliare se non vi sono parenti conviventi affetti dal virus stesso.

Durante le passeggiate o i giochi all'aria aperta, da solo o con un adulto convivente e non c’è il rischio di incontrare a distanza ravvicinata altre persone non è necessario indossare la mascherina che è indispensabile invece al supermercato o se si usano i mezzi pubblici, in generale in qualunque luogo dove si debba aspettare insieme ad altri ed in tutti i luoghi chiusi dove le distanze non possono essere mantenute.

Le mascherine chirurgiche sono più che sufficienti come forma di protezione.


E se il bambino non vuole indossarla?
Come in tutti i processi educativi, l'esempio è il modo migliore per convincerli ad indossarla, trasformare l'uso della mascherina in un gioco adeguatamente all’età del bambino, far indossare la mascherina al suo pelouche preferito, decorarla con disegni, ecc. mantenendo un atteggiamento positivo per non impaurire soprattutto i più piccoli.

Attenzione!
L’uso delle mascherine non riduce né annulla la pratica di tutte le altre attività preventive come l’osservanza della distanza di sicurezza, il corretto lavaggio delle mani, e, soprattutto, possibilmente, l’isolamento sociale.

Condivido con voi una nota a cura del prof. Walter Ricciardi, al quale mi lega un rapporto di stima ed amicizia, preziose raccomandazioni per non abbassare la guardia nè il senso di responsabilità per continuare ognuno a fare la nostra parte nella gestione di questa pandemia, per uscirne prima possibile.

Passa il tempo e conosciamo sempre di più questo virus che ha sconvolto la vita su tutto il nostro Pianeta. È un virus che si è evoluto per trasmettersi in modo molto efficace ed efficiente. Contrariamente alla maggior parte degli altri microrganismi, che si trasmettono soprattutto da soggetti sintomatici, questo nuovo coronavirus riesce a farlo anche da soggetti asintomatici, presintomatici, paucisintomatici, polisintomatici e, in alcuni casi, anche quando il soggetto infetto è guarito clinicamente. Le azioni di prevenzione e di contrasto devono perciò essere estese a tutte le fasi e questo non è facile. Vi sono però due scoperte che in questa settimana possono portare a conseguenze positive. La prima è che dopo circa due settimane i soggetti infetti sviluppano anticorpi, adesso si tratta di capire se questi conferiscono una protezione contro una eventuale reinfezione. La seconda è che le alte temperature, gli elevati livelli di umidità e la luce solare inibiscono molto rapidamente la resistenza del virus nell’ambiente e questo, naturalmente insieme alle misure di distanziamento fisico ed all’igiene delle mani e dell’ambiente potrà contribuire alla conclusione dell’epidemia. La cosa importante è che dopo il 4 maggio continuiamo a stare attenti e a tenere la mobilità bassa, se non lo facciamo il rischio di un nuovo aumento dei casi è concreto. Walter Ricciardi

Vi ricordo i miei contatti social, Facebook e Instagram, in continuo aggiornamento su questo tema.

I telefoni sono sempre attivi, la segreteria risponde per gli appuntamenti, cerchiamo di mantenere una gestione che rispetti le misure di prevenzione ma continuiamo ad occuparci della vostra salute.
Un caro saluto a tutte, state bene, seguite le indicazioni corrette, seguite fonti autorevoli, scartate le fake news!

Condividi:
// Global site tag (gtag.js) - Google Analytics